Piazza Garibaldi, 8 - piano 2 - int. 212, 35122 Padova

Arredamento virtuale per vendere prima e meglio

Mai sentito parlare di home staging virtuale?

Senza dubbio, ciò che ci fa prendere una decisione è un’emozione. Nella compravendita immobiliare non è un fattore da trascurare: le case ci “parlano” e se si entra in quella giusta, emozionano. L’ acquirente si immagina nello spazio che vede e si sente a casa.

Ma cosa si può fare per facilitare questo processo?

Continua a leggere!

Il primo caso che vi presentiamo di questa serie di “case history” su come guadagnare con gli immobili, riguarda la vendita di un appartamento appena fuori le mura di Padova, sito in un contesto residenziale, in una perpendicolare di via Bronzetti a Padova, quella del centro Kofler. L’appartamento di circa 75 mq si trova in un condominio recente ed è composto da soggiorno-cottura, affacciato su piccolo terrazzino, due camere da letto e servizio ed è valutato 145.000 euro.

L’appartamento ha da subito suscitato interesse, sia per le caratteristiche che per la posizione, ma durante le visite alla proprietà ci siamo resi conto che era necessario fornire gli strumenti per far sì che i possibili acquirenti capissero subito le potenzialità dell’immobile. Mai abitato, il soggiorno dalla forma particolare non è arredato, mentre le camere da letto lo sono solo parzialmente. In un immobile vuoto, può essere difficile per alcuni “lavorare di fantasia” e capire come potrebbe essere arredato lo spazio. Abbiamo quindi suggerito ai proprietari, di puntare alla valorizzazione della zona giorno, cuore di tutte le case, realizzando un “home staging virtuale” per rendere immediatamente chiaro come sarebbe potuto essere lo spazio. È fondamentale che un immobile in vendita susciti emozione negli acquirenti e che sia in grado di colpire l’immaginazione di chi lo abiterà e che ogni ambiente mostri chiaramente la sua destinazione.

Ma in cosa consiste l’home staging virtuale?

Si tratta di eseguire un progetto di arredamento virtuale d’interni, scegliendo uno stile preciso in base al target dei potenziali acquirenti (mood) ed alle caratteristiche dello spazio, realizzando poi dei render fotorealistici (almeno 4) che sono stati inseriti nell’annuncio di vendita. Il progetto è proposto come soluzione effettivamente realizzabile agli interessati, fornendo quindi un servizio di design di arredamento d’interni. In questo caso, il costo del progetto di interni è economico, in quanto pur essendo perfettamente calato nell’immobile in vendita, non ha quel dettaglio necessario per la realizzazione di mobili su misura, anche se garantisce un risultato d’effetto.

Che differenza c’è rispetto all’home staging tradizionale?

L’home staging tradizionale, di cui trovi un esempio a questo link,  si presta con maggior successo ad abitazioni già arredate che hanno solo bisogno di essere rese più ”accattivanti” aggiungendo piccoli dettagli ed eseguendo piccoli interventi. In questo caso, realizzare un home staging di questo tipo,  sarebbe risultato molto più costoso ed impegnativo. Per garantire una buona riuscita avremmo dovuto infatti portare o realizzare in cartone, cucina, zona pranzo, divano e complementi, realizzare foto e liberare nuovamente lo spazio. 

Ecco le immagini prima e dopo l’intervento

IMMAGINE 1 – Il primo passo per un Home staging virtuale è eseguire un rilievo dell’ambiente in oggetto, in modo da realizzare uno studio d’arredo calato esattamente su di esso. Si considerano infatti le predisposizioni esistenti scelte dal costruttore, proponendo una soluzione di arredo che non richieda alcun intervento strutturale ma che valorizzi le potenzialità già presenti nell’immobile. In questo caso l’ambiente open space, è diviso in zona cottura, pranzo e relax. Gli arredi definiscono lo spazio e lo rendono piacevolmente fruibile in ogni occasione.

IMMAGINE 2 – Entrando nell’appartamento si è inondati di luce. La cucina è mascherata dal muretto d’ingresso e lo sguardo si posa su un interno dai colori tenui e rilassanti, vivacizzati da pochi dettagli colorati in tonalità sobrie. La scelta del legno più scuro del pavimento in parquet biondo, riscalda l’ambiente mentre l’introduzione di alcuni complementi in stile “industriale” rendono attuale la proposta d’arredo ed adatta al target giovane scelto.

IMMAGINE 3 – Controcampo. Entrando dalla terrazza, il colpo d’occhio è sulla parete attrezzata che ingloba anche il tavolo da pranzo allungabile. La televisione incorniciata sembra un quadro ed i mobili contenitore insieme alla libreria, lasciano intendere che nulla sarà mai fuori posto: c’è spazio per tutto. La posizione della poltrona verso l’interno della stanza, richiama piacevoli serata in compagnia.

IMMAGINE 4 – La cucina incastonata nella sua nicchia, ribassata con il cartongesso, usa gli stessi colori del resto della stanza ed è con essa in perfetta armonia. In soli 3,30 m di lunghezza, trovano posto tutti gli elettrodomestici e diversi mobili per riporre stoviglie ed utensili. Inserire piante ed elementi vegetali, così come quadri e piccoli oggetti di uso quotidiano anche in un’elaborazione virtuale, rende verosimile e vivo l’ambiente.

C.P. la proprietaria, dice “Il team di Sara Immobiliare, in modo professionale e trasparente, ha saputo consigliarmi e seguirmi nella vendita, proponendo una soluzione economica ed efficace, realizzata in brevissimo tempo dall’architetto dell’agenzia. Con poca spesa ed ottimo risultato, questa operazione ha accelerato la vendita del mio immobile che è stato poi venduto in sole due settimane. A quanto so, inoltre, gli acquirenti hanno effettivamente preso in considerazione la soluzione proposta nell’home staging virtuale per arredare la loro nuova casa”.

Hai un immobile vuoto che non riesci a vendere? 

Prova l’home staging virtuale!

Chiama in agenzia per maggiori informazioni e divertiti con noi a lavorare di fantasia!

E per conoscere tutte le opportunità, leggi anche gli altri articoli:

Post Correlati